Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted on Ott 5, 2009 in Gare | 0 comments

Regionale Veneto 2009

Squadra Taekwondo Tricolore al Regionale Veneto

Enea Teneggi conquista la medaglia d’oro al Regionale Veneto
Fantastico Enea che domina la gara nei pesi massimi e raggiunge il gradino più alto del podio nel giorno del suo compleanno. Enea ha mostrato un prestanza atletica, superiore ai suoi avversari, che gli consentiva di tirare calci potenti e veloci come missili anticarro. “No siamo ancora alle messa a punto definitiva” commenta Daniele Frascari, responsabile della preparazione atletica della nostra squadra agonisti. Ma chi lo conosce, sa che è un certosino e le indicazioni, in vista del campionato italiano che si terrà il 6 dicembre a Genova, sono molto rassicuranti.
E il resto della squadra? Contro-altare al nostro forte e sano guerriero spartano Enea, c’è il resto della squadra debilitato e decimato dall’influenza. Infatti, al regionale Veneto la nostra squadra doveva essere più numerosa,ma purtroppo a casa con la febbre c’erano Edo, Peter, Andre e Anto. E neppure chi è sopravvissuto alla grande influenza era totalmente in forma.

Simone Trinh Van a causa del mal di schiena ottiene solo un bronzo in una gara che poteva vincere e è costretto al ritiro dopo aver vinto il primo incontro.

“Captain Gigio” alias Alex Ferrari deve combattere con il suo cronico dolore all’anca che in questa occasione ha la meglio e lo costringe al ritiro nel primo incontro.

Luca Calzolari ha la febbre, ma affronta Andrea Trapani di Taekwondo Cernusco, avversario bravo, che vincerà la gara. Anche se nei primi due round è un match equilibrato, nel terzo round il gap di punti si fa consistente fino alla sconfitta finale.

Marco Frascari fa un esordio sfortunato fra i senior, per che con un solo punto di scarto viene eliminato al primo turno, offrendo comunque una prestazione incoraggiante.

Andy Quarantini al primo turno ha un avversario tostissimo Vittorio Rega, della Olimpica 92, ragazzo plurititolato di recente ritorno dal ritiro in Corea con la nazionale. Nei primi due round, Andy affronta il match senza timori reverenziali e sembra proprio che se la possa giocare, finché poi arriva un bel colpo di Vittorio che termina incontro. Andy dopo lo spavento iniziale per il colpo preso, si rincuora con le parole del maestro Michele Tambaro: “Gara tutto sommato positiva, i ragazzi hanno perso con avversari effettivamente a noi superiori, ma hanno dimostrato di poterli mettere in difficoltà”.

Avanti Taekwondo Tricolore, bene, ma possiamo ancora migliorare per arrivare là con quelli che hanno quel pò di più che a noi manca. Grazie all’impegno e la passione che hanno dimostrato i nostri atleti in questa gara, quasi parodistica per quanto riguarda le condizioni di salute della squadra (vedere Simone che si lamenta del dolore alla schiena esibendo due cerotti anti dolorifici, non è l’esattamente l’immagine che vorremmo dare ai suoi avversari….).
Infine, da tener sott’occhio Filippo Ronchitelli, Alex Vignudini, Marrone, Alessio Giumetti, non solo perchè vincitori delle loro gare, ma perché hanno fatto show con il taekwondo.

Approfondimento
Questa gara è la prima con il nuovo regolamento delle gara di combattimento di taekwondo, lo stesso che verrà applicato ai prossimi mondiali di Copenaghen, qui riassunto:

  • 1 punto per i colpi al tronco, 2 punti per i calci rotati al tronco (360 e dwichagi) e 3 punti per qualsiasi calcio alla testa.
  • Il quadrato è stato ristretto a 8×8 M
  • si ammonisce sempre se si esce dal quadrato con entrambi i piedi
  • per somma di ammonizioni si aggiunge un punto all’avversario, anziché dedurlo
  • cartellino per le proteste, instant replay e uso delle corazze elettroniche (dove possibile)

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *